RAVENNA
WOMAN

  • Facebook
  • Twitter
  • Feed Rss

Serie A Femminile

San Zaccaria - Jesina 4-1

Seconda vittoria consecutiva per il San Zaccaria. Le biancorosse contro la Jesina disputano una gara maiuscola limitando al massimo la formazione marchigiana. Mai in discussione il risultato grazie ad una Fabiana Colasuonno in gran spolvero e autrice di una tripletta che non ha bisogno di molte altre parole. Attorno alla ritrovata attaccante una squadra che sembra aver trovato quegli automatismi cercati e voluti da mister Gianluca Nardozza.

In campo. Il tecnico delle biancorosse ripropone la stessa squadra capace di sbancare Como sabato scorso. In avanti ci sono Colasuonno e Longato. Perni della difesa Venturini e Quadrelli al centro con Santoro a destra e Tucceri a sinistra. La linea centrale a centrocampo è formata da Principi-Filippi con Baldini a sinistra e Moscia a destra. 

San Zaccaria subito avanti. Le biancorosse –  in maglia nera – passano subito in avanti con un rigore trasformato da Longato e guadagnato da Baldini, stesa in area. La squadra di Nardozza è galvanizzata dal vantaggio e si esprime al meglio. Al 10’ Filippi disegna un passaggio in profondità per Colasuonno che scarta anche Cantori, ma al momento del tiro è troppo decentrata e calcia  fuori. Al 17’ si fa vedere anche lo Jesina con un colpo di testa di Polli fuori di poco. Poco dopo Colasuonno ci riprova in area con un pallonetto, ma la palla esce di poco.

Lo Jesina si fa vedere, il San Zaccaria raddoppia, ma per poco. La squadra marchigiana prova a reagire allo svantaggio con un tiro da fuori area di Campesi, ma Tampieri fa buona guardia. Poco dopo le biancorosse raddoppiano: su un cross dalla sinistra la difesa marchigiana pasticcia, il pallone colpisce la traversa e Colasuonno è ben piazzata e di testa ribatte in rete. Il doppio vantaggio biancorosso però è destinato a durare appena sessanta secondi, vale a dire fin quando Catena non approfitta di una incertezza e accorcia le distanze e porta la gara sul 2-1.

Colasuonno super. La squadra di Nardozza non si lascia intimorire e trova in Fabiana Colasuonno un valore aggiunto. L’attaccante segna la sua doppietta con un gol fotocopia al primo al 36’. L'azione è per certi versi anche sfortunata per lo Jesina, con Cantori bravissima a deviare un tiro di Filippi sulla traversa, ma ancora una volta Colasuonno è al posto giusto al momento giusto e il suo tap-in ristabilisce subito le distanze. Il San Zaccaria viaggia sul velluto e prima del riposo colleziona altre due ottime occasioni. La prima con un tiro di Longato che costringe Cantori alla respinta, poi Moscia e Principi non inquadrano la porta. L'ultima con Baldini che prova un tiro da posizione impossibile, ma colpisce la parte inferiore della traversa con una vera e propria magia.

San Zaccaria autoritario. Al rientro in campo il San Zaccaria imposta il match da grande squadra, limitando al meglio le ospiti marchigiane. Il monologo biancorosso si apre al 4’ con una discesa di Colasuonno sulla destra che si trasforma in suggeritrice per Longato al centro, ma la neo entrata Ciccioli esce bene. La giovane portiere classe 2000 si ripete al 15’ con una parata a dir poco strepitosa su un tiro dalla distanza di Filippi e al 17’ dice di no a una punizione di Tucceri.

Sorpasso definitivo e controllo. Al 20’ il San Zaccaria chiude definitivamente i conti con Colasuonno. Nell'occasione il lavoro d'oro lo fa Baldini, brava a resistere alla carica di Alunno in area di rigore e a smarcare Colasuonno che deve solo girare il pallone in rete. Dopo il quarto gol per il San Zaccaria la strada è tutta in discesa mentre la Jesina cala fisicamente anche per il campo pesante. La giovane portiere Ciccioli però continua a mettersi in mostra neutralizzando le conclusioni di Longato al 22’, di Filippi al 30’ e di Cimatti al 40’. L'ultimo momento di gloria è di Quadrelli che allo scadere anticipa in area Fontana prima del triplice fischio finale.

Le voci dello spogliatoio 
Gianluca Nardozza. “I risultati positivi aiutano perché danno consapevolezza dei nostri mezzi facendoci esprimere al meglio. La seconda vittoria consecutiva ci voleva e davanti al nostro pubblico fa piacere averla ottenuta, ma non dobbiamo rilassarci perché siamo una squadra giovane e anche oggi sul 2-0 un secondo topo abbiamo rimesso in gara le avversarie con un nostro errore causato da un calo di tensione e questo non deve accadere. Dobbiamo continuare ad acquisire la consapevolezza di lavorare per esprimere quello che facciamo in settimana senza abbassare mai la guardia”.

Il tabellino della gara
San Zaccaria (4-4-2): Tampieri; Santoro, Quadrelli, Venturini, Tucceri; Moscia (1’ st Zandomenichi), Principi, Filippi, Baldini (31’ st Peare); Colasuonno (24’ st Cimatti), Longato. A disp.: Montanari, Barbieri, Pastore, Razzolini. All.: Nardozza.
Messina (3-4-2-1): Cantori (1’ st Ciccioli); Alunno, Scarponi, De Sanctis; Mosca (1’ st Becci), Monterubbiano, Battistoni, Vagnini (24’ st Fontana); Campesi, Catena; Polli. A disp.: Porcarelli, Piergallini, Costantini, Cuciniello. All.: Giugliano.
Arbitro: Ruben Celani di Viterbo (Assistenti: Matteo Merloni e Daniele Solano di Ravenna).
Reti: 6’ pt Rig. Longato, 34’ pt Colasuonno, 35’ pt Catena, 36’ pt Colasuonno, 20’ st Colasuonno.
Ammonite: Tucceri, Battistoni.
Angoli: 6-2.
Recupero: 2+0.
 

Ultimi Risultati

- Giornata 22 del 12/05/2018 -

Classifica

- aggiornata al 12/05/2018 -

1 Juventus Women 60
2 Brescia Femminile 60
3 Fiorentina Women's 43
4 U.P.C Tavagnacco 43
5 Mozzanica 42
6 Chievo Verona 26
7 AGSM Verona cf 25
8 Res Roma A.R.L. 22
9 Sassuolo Calcio Femminile 19
10 Ravenna Woman 16
11 Pink Bari calcio femminile 16
12 Empoli Ladies fbc 11
  • Divisione Calcio Femminile
  • FIGC
  • LND